Giuseppe C.

► 30 Aprile 2014, ci scrive Giuseppe C.
"Ho fatto il primo viaggio (credo nel 1992) per fare compagnia a mio padre e dopo aver interrotto per qualche anno per gravi problemi di salute, non ho più interrotto, poiché quello che si prova specialmente al momento del "bonvegna bontruvatu" non è facile da dimenticare.

E' li che si materializza (per me) la presenza di San Silvestro, dove ognuno di noi mettendo da parte rancori e dissapori vari, ci scambiamo il "bonvegna bontruvatu". Il solo rammarico è che essendo umili peccatori finito il viaggio, i rancori e i litigi tornano ad essere tali e quali. E forse è per questo che ogni anno San Silvestro ci chiama a raccolta,  per far sì che almeno per quel giorno ci si dimentichi dei rancori e dei litigi, nella speranza che le emozioni vissute fra i boschi si vivano quotidianamente."

 

Giuseppe ha voluto condividere con noi le sue foto: