Home

Gallerie Fotografiche

“E' uoggi lu principiu di li Fiesti. Li fiesti di lu nuostru prutitturi...”

A San Silvestro, al Santissimo Sacramento e a San Giuseppe. Un ramaro e la sua preghiera.

Associazione "I Ramara"

Una preghiera fiabesca e visionaria con accensioni di momenti di passione improvvisa e attimi di silenziosa attesa; un ancestrale pellegrinaggio nella leggerezza della luce e nella densità dele ombre.

Mito e rito si mescolano e si uniscono per rigenerarsi in forme nuove e sempre attuali...



'Nacchiote

Canti come preghiere, in dialetto vernacolare. Fede, passione, ma anche ironia e sagacia contribui-
scono a creare, in una sorta di rivisitazione, la vita di San Silvestro...


Lu Principiu di li Fiesti

Fatica editoriale che ripercorre i luoghi,le emozioni e le vie del festino di San Silvestro, in un crescendo di idee e incontri che raccontano l'antica tradizione troinese, dei suoi boschi...

agata

La Cera di Sant'Agata

Seguendo le orme di San Silvestro che venerò nel 1135 la Patrona Catanese,  l'Associazione "I Ramara" per il secondo anno consecutivo offre la cera a Sant'Agata.


Leggi Tutto

 



E' ancora lu Principiu di li Fiesti...

Mancano soli dieci giorni alla partenza dei Ramari che raggiungeranno l'accampamento nel cuore dei boschi per vivere insieme al sempre più grande gruppo dei fedeli pellegrini, il "Viaggio" 2017.

Il cammino di preparazione di tutti noi dovrebbe essere già iniziato qualche settimana fa con il primo incontro in cui ci sono state comunicate le novità e le informazioni utili per partecipare.
Ma nella mia mente sono già "avanti"... in quell' attraversare a piedi la campagna, percorrere i molti sentieri, ammirare la lunghissima fila umana, scavalcare le colline, incontrare gente e pregare.
Quello che più mi piacerebbe mettere in risalto è lo spirito con cui si fa questo pellegrinaggio: uomini di ogni età uniti dallo stesso motivo, quello della preghiera e del ringraziamento che vivranno tre interi giorni con la presenza certa di Cristo e San Silvestro che cammina con loro.
Sarà anche un'occasione per conoscere persone di cui non si sapeva nemmeno dell'esistenza, persone che forse si riveleranno veramente uniche durante il cammino.

Ci saranno infine, momenti di condivisione di un ideale, due giorni di fatica, ma anche di allegria, pace e preghiera che ci riempierà il cuore di gioia: sapere che tantissime altre persone credono in quello in cui anche tu credi certamente aumenta la voglia di vivere. Ed è insieme che camminando, pregando e di certo anche parlando, che andremo ad incontrare l'amore di Dio.

Siete pronti a camminare nel nome di San Silvestro con fede e spiritualità?

Ecco, allora vi ricordo gli appuntamenti della prossima settimana:

Giovedì 18 alle 16.30, ci sarà il primo raduno davanti l'abitazione del Massaro, Luigi Sambuco, in via Regalbuto, 25. Da li al rullo di tamburo, si percorreranno le vie del nostro paese per avvisare tutti dell'imminente partenza. Ci sarà modo di ringraziare San Silvestro con canti e invocazioni durante le soste alle tavolate dei devoti che "offrono" i loro beni ai pellegrini.

E si potrà partecipare alla penitenziale già dalle 18.00 in Chiesa (sarebbe una bella abitudine per tutti fare la confessione prima di partire).

Alle 21.30 tutti pronti, zaino in spalla, scarponi allacciati e cuore gonfio per l'emozione, ci si ritrova proprio davanti la Chiesa.
E da li... saremo, ancora una volta, un popolo in cammino!

 

Per tutti quelli che rimarranno a casa, perché la vita certe volte regala degli imprevisti... è sicuro che con il cuore e lo spirito verranno con noi, e in ogni canto e in ogni preghiera saranno nelle nostre voci, nelle nostre gambe stanche ad invocare insieme a tutti i Ramara: "Viva Dio e San Silvestro".

 

Ecco il manifesto dei Rami 2017 (clicca per leggerlo)

 

 

Ricordo che la sede dell'Associazione i Ramara in via San Silvestro, è aperta tutti i giorni, dalle 17.00 alle 20.00 per le iscrizioni e le informazioni sul prossimo "Viaggio".

 

 

'Nacchiota - video

Trailer Lu Principiu di li Fiesti

Ultime Testimonianze

  • ► 24 Maggio 2017, ci scrive Silvio

    Ottimo viaggio aiutati anche da uno splendido tempo, e grandissime emozioni come ogni anno.

    Leggi tutto...  
  • ► 23 Maggio 2017, ci scrive Nino

    Quest'anno il mio pellegrinaggio in onore di San Silvestro ha avuto un "sapore" particolare. Non dovevo partire....

    Leggi tutto...  
  • ► 8 Maggio 2017, Umberto ci invia questa email:


    Oggi - leggendo la e-mail che mi avete mandato -  riaffiorano in me tantissimi ricordi di pellegrinaggi come Ramaro. Ricordo, come fosse oggi, il primo viaggio - nel lontano 1982 - quando mi sono trasferito qualche anno prima.

    Leggi tutto...  
  • ► 13 Gennaio 2016, ci scrive Luigi...
    "...Ho fatto il mio primo viaggio nel 1989, ho completato l'andata e purtroppo non ho potuto completare il viaggio di ritorno per problemi ai piedi, e ricordo che se non ci fosse stato la buon'anima di Ciccio Scavone

    Leggi tutto...  
  • ► 23 Dicembre 2014, ci scrive Maurizio...
    "Il mio primo viaggio è stato nel lontano 1983, poichè mio nonno paterno era già massaro del quartiere san Basilio molti anni prima.

    Leggi tutto...  

Chi c'è Online?

Abbiamo 27 visitatori e nessun utente online

Lo Sapevate che...?

  • Antitarme

    Lo sapevate che le foglie di alloro secche messe negli armadi o nelle tasche degli abiti al cambio di stagione sono ottime come difesa contro le tarme?
     

    Alloro Premonitore

    Utilizzato per trarne previsioni sull’andamento dell’annata agraria. I contadini gettavano alcune foglie nel fuoco e se queste bruciavano senza rumore il raccolto sarebbe stato misero.
     
     
     

    Porta fortuna

    Mio nonno diceva che che l'alloro tiene lontani i fulmini. Era permesso prenderne delle foglie, ma guai a tagliare una pianta di alloro perché, si diceva, porta sfortuna a tutta la famiglia.
     

    Salva Libri

    Se avete dei libri da imballare o chiudere in qualche scatolone, per evitare che si rovinino o che ingialliscono, mettete delle foglie di alloro tra le pagine.
  • Purificazione

    Nel medioevo il pellegrino prima di un viaggio sacro cercava la purificazione riappacificandosi coi nemici, pagando i creditori e non dimenticando di elargire donazioni alla Chiesa per il bene dell'anima.
     

    Il nostro sambuco

    Esiste una credenza contadina secondo la quale Giuda si sarebbe impiccato a un albero di sambuco: da allora le sue bacche diventarono così amare da non poter essere mangiate. Nelle leggende germaniche il flauto magico era un ramoscello di sambuco svuotato del midollo, che si doveva tagliare in un luogo dove non si potesse udire il canto del gallo che lo avrebbe reso roco: i suoni che se ne traevano proteggevano dai sortilegi, come testimonia l’opera di Mozart “Il Flauto Magico”. Chissà se conoscono la vastedda!!!
     

    Fico d'India

    Non tutti sanno che anche le pale sono commestibili. Possono essere mangiate fresche, in salamoia, sottaceto, candite, sotto forma di confettura.
    La cultura rurale sfruttava le pale anche a fini medici: spaccate ed infornate venivano usate per curare tonsilliti, febbri intermittenti e malariche. A primavera il fico d'India fiorisce e sulle pale è un tripudio di petali gialli. L’infuso dei fiori, raccolti ed essiccati, ha un effetto depurativo, facilita la diuresi e la pulizia dei reni; unito alle foglie di malva il decotto diventa una pozione rinfrescante.

Albo dei Ramari

Cari Ramara, ho pensato di aggiungere al sito la possibilità, per quanti di voi hanno partecipato al Viaggio, di inserire il proprio nome, l’anno e se volete anche un breve, personale, punto di vista sul pellegrinaggio. E’ semplicissimo: basta andare in questa pagina e inviare una mail.
Questo ci permetterà di ricostruire la nostra storia attraverso i nomi dei fedeli che hanno animato il gruppo Ramara nel corso degli anni.
Se anche tu sei stato un Ramaro, inserisci il tuo nome nell’albo e… dillo anche a quanti non si sono ancora inseriti!

Dicono di noi

Troina. I Ramara in "viaggio" sui Nebrodi

Ogni anno, nel mese di maggio, da tempo immemorabile, accada quel accada,Leggi tutto...

Escursione etno-antropologica "solo per uomini"

Antica festa intorno ai legami fra uomo e natura. Si parte giovedì 20 alle h 15.Leggi tutto...

Menù di San Silvestro da Troina

La penultima domenica di maggio, in onore del patrono San Silvestro si svolge un' antichissima manifestazione folcloristica:Leggi tutto...
 

Perché questo sito?

Cosa c’è di più bello di qualcosa che nasce dalla passione?
E quando questa dà origine a un progetto comunicativo è ancora più bello impegnarsi per riuscire ad esprimere tale passione.

Tutto nasce dalla mia voglia di raccontare il viaggio a San Silvestro su una pagina dedicata interamente al gruppo dei Fedeli Ramara, con foto, video e riflessioni da condividere con quanti vorranno collaborare per far comprendere a tutti i non troinesi, il senso di questo nostro cammino, in un'epoca ormai lontana dai racconti fatti intorno al tavolo in cucina. Il sito nasce per coinvolgere tutti, con contenuti simpatici e accattivanti, ma anche con argomenti appassionati e impegnativi.

Nella parte più divertente, da visitare quando vuoi sorridere o per levarti qualche curiosità, abbiamo la rubrica “Lo sapevate che?”.

S5 Box

Login